La bolletta per la fornitura del servizio idrico integrato rispecchia i criteri di trasparenza dichiarati nella Carta dei Servizi, è il principale mezzo di comunicazione tra CAFC S.p.A. ed i propri Clienti.

 

Fronte della bolletta

Bolletta
Fig.1 - Fronte della bolletta

Il fronte della bolletta contiene le informazioni sul Cliente e sulla fattura, evidenzia i metri cubi rilevati, l’importo da pagare e la data di scadenza entro la quale deve essere saldata la bolletta.

 Nella parte superiore sono indicati i contatti principali di CAFC S.p.A. e le modalità di tutela del Cliente.

 Sul lato sinistro viene indicato il CODICE CLIENTE, cioè il codice che individua l'intestatario del contratto, e che deve essere dichiarato ad ogni contatto con l'Azienda per facilitare ed abbreviare le ricerche. Sotto il codice cliente si trova il numero della fattura inviata, la data di emissione e il periodo di fatturazione.

 Nella parte centrale è indicata la matricola del contatore installato, le letture rilevate, il consumo annuo calcolato sulla base delle letture effettive e/o autoletture. Inoltre l'importo da pagare, la scadenza e la modalità del pagamento, cioè tramite addebito su conto corrente oppure tramite l'allegato bollettino.

 Nella parte inferiore troviamo il Riepilogo degli importi fatturati e i Dati della fornitura, quali il codice contratto di riferimento, riportando i dati principali dell'Utenza che determinano l'applicazione delle fasce tariffarie.
La Tipologia d'uso indica l'uso contrattualmente dichiarato: è importante che sia corrispondente a quello effettivo, poiché determina l'applicazione delle fasce tariffarie.
Di seguito le Unità servite, cioè le unità finali servite (case, appartamenti, negozi, depositi, attività, etc.) distinte per tipo Domestico Residenziale (cioè le abitazioni di residenza), Domestico NON Residenziale, e Non Domestico. Il tipo ed il numero delle unità determinano scaglioni e fascie tariffarie, pertanto è importante che siano corrette e corrispondenti allo stato reale dell'utenza.
Di seguito è indicato lo Scarico Rete Fognaria/Impianto di Depurazione, cioè se l'utenza risulta allacciata o meno alla rete fognaria, e di conseguenza se recapita in un impianto di trattamento, viene assoggettata agli oneri previsti dalla legge sulla base dei consumi registrati e la tipologia d'uso. Eventuali situazioni non corrette vanno prontamente comunicate al Call Center, anche per evitare onerosi ricalcoli.
La Tipologia Scarico indica il tipo di scarico esistente, ed anche in questo caso eventuali inesattezze vanno prontamente segnalate per consentire corrette tariffazioni e l'effettuazione dei controlli previsti dalle norme.
Il Prelievo da Pozzo indica se presso l'utenza esiste un prelievo autonomo da pozzo artesiano.

 La sezione delle Comunicazioni di volta in volta viene aggiornata per indicare le questioni di maggiore interesse per l'Utenza.

La funzione principale della bolletta è quella di essere un documento fiscale.

 

Retro della bolletta

Bolletta Retro
Fig.2 - Retro della bolletta

 Sul retro della bolletta, nella parte superiore destra sono indicati i dati dell’intestatario con il codice fiscale/partita iva, di seguito il numero e la data di emissione della fattura.

 Nel DETTAGLIO LETTURE sono indicate la data della lettura precedente, la data e la lettura attuale, il consumo in metri cubi e i giorni intercorsi, calcolati entrambi tra le due letture, ed il consumo medio giornaliero in metri cubi.

 Nel DETTAGLIO FATTURA per ogni riga viene riportata la voce fatturata (CONSUMO, distinto nelle varie fasce applicate, FOGNATURA, DEPURAZIONE, QUOTA FISSA, ONERI PEREQUAZIONE, QUOTA GARANZIA PERDITE), le date del periodo fatturato, la quantità calcolata, l’importo unitario espresso in euro per unità di misura (metri cubi per i consumi d’acqua, fognatura e depurazione; giorni per quota fissa ed assicurazione), il totale parziale risultante e l’aliquota IVA prevista.
La quantità calcolata (Q.tà) per ogni fascia di CONSUMO, indicata in metri cubi, è ottenuta moltiplicando la quantità giornaliera prevista per ogni scaglione per i giorni intercorsi tra le due letture. Il calcolo viene ripetuto per singola fascia fino a raggiungere il consumo complessivo. Nel caso di utenze domestiche raggruppate o promiscue, le quantità devono essere moltiplicate per il numero di unità finali, rapportate agli usi previsti. Il consumo dell’ultima fascia fatturata si ottiene sottraendo dal consumo totale la somma di quanto già imputato nelle altre fasce.
La QUOTA FISSA è ottenuta moltiplicando per ogni unità finale servita l’importo unitario giornaliero per i giorni intercorsi tra le due letture.
Se l’utenza è soggetta agli oneri di FOGNATURA e DEPURAZIONE la tariffazione di tali servizi è calcolata sugli effettivi volumi rilevati. Pertanto i consumi dei periodi vengono moltiplicati per le tariffe unitarie previste.
Gli ONERI DI PEREQUAZIONE applicati sull'intero consumo e per i diversi tipi di servizio usufruito (Idrico, Fognatura e Depurazione).
La QUOTA GARANZIE PERDITE viene addebitata interamente sulla prima fatturazione annuale, o su quella successiva la data di stipula, con la quota annuale prevista.
Nel caso di nuovi contratti nella prima bolletta successiva alla stipula vengono addebitati il BOLLO VIRTUALE ed il DIRITTO FISSO.

Di seguito il Totale imponibile, il Riepilogo IVA ed il Totale fattura.

 

Per maggiori chiarimenti sui termini utilizzati nella bolletta consulta il glossario: uno strumento rivolto ai clienti finali del Servizio idrico integrato che intende rendere più comprensibili i termini utilizzati nelle bollette, fornendo per ogni voce una semplice spiegazione.

pdf Glossario (212 KB)