Una importante realizzazione del personale CAFC è stata lo sviluppo del SITeC (Sistema Informativo Territoriale e Cartografia), che è un sistema computerizzato per la gestione dei dati territoriali, con l'uso di tecnologie GIS, per l'archiviazione, la modifica e la gestione di tutte le informazioni relative alle caratteristiche funzionali e costruttive della rete, completamente progettato e realizzato dai Servizi Informatici interni dell’azienda. Il sistema è stato calibrato mediante l'utilizzo del sistema GPS (sistema di posizionamento geografico tramite ricevitori satellitari), con il quale sono stati localizzati i punti caratteristici della rete idrica con precisione millimetrica, consentendo così una gestione rigorosa ed affidabile della cartografia e degli impianti. Il monitoraggio computerizzato del territorio e la strutturazione di appositi archivi operativi e gestionali, infine, hanno permesso di realizzare una banca dati estremamente articolata, finalizzata a garantire l'integrazione fra i sistemi gestionali (utenze, aspetti commerciali, rilevazione dei consumi,…) e tecnologici (manutenzioni, realizzazione di nuovi impianti, …), integrazione indispensabile per migliorare e ampliare la gamma dei servizi offerti.

La tecnologia GIS consente di integrare le operazioni tipiche dei database, quali la memorizzazione e l’immagazzinamento dei dati, le ricerche e le analisi statistiche, con i vantaggi specifici della visualizzazione e dell’analisi geografica fornita dagli strumenti di disegno cartografico.

Il GIS consente di integrare tutti i tipi di dati in base alla loro componente posizionale , ma al contrario di una mappa statica consente di visualizzare gestire e presentare l’informazione in modo nuovo, evidenziando le relazioni esistenti tra i dati stessi e fornendo un valore aggiunto all'informazione stessa.

Il GIS dà la possibilità di creare mappe, integrare informazioni, visualizzare scenari e sviluppare soluzioni efficaci. Il CAFC SpA è da tempo impegnata a sviluppare, trasferire ed integrare, sulla base della CTRN in scala 1:5000 (cartografia tecnica regionale numerica) le proprie reti tecnologiche fornendo un valido strumento innovativo per la soluzione dei propri problemi ed un valido supporto per diversi soggetti: Soci committenti (Amministrazioni pubbliche), progettisti, costruttori, utenti.